Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Turismo

 
 
 

Realizzazione di nuovi rifugi escursionistici

A differenza dei rifugi alpini, non Ŕ prevista la realizzazione di nuovi rifugi escursionistici, in quanto strutture che pi¨ si avvicinano alla tipologia alberghiera e nella quale potranno eventualmente confluire.

Tuttavia, come per i rifugi alpini, l'autorizzazione del Dirigente del Servizio competente in materia di turismo, prevista dall'art. 10 della L.p. 8/93 deve essere richiesta per l'ampliamento, l'ammodernamento o la ristrutturazione dei rifugi escursionistici esistenti a seguito della presentazione, su apposito modello, della relativa richiesta

Anche i rifugi escursionistici per il loro funzionamento necessitano di un "gestore". L'esercizio di tale attivitÓ Ŕ subordinato ad autorizzazione rilasciata dal Dirigente del Servizio competente in materia di turismo previo l'accertamento del possesso dei requisiti di ordine morale e professionale.

I rifugi escursionistici, come i rifugi alpini, hanno l'obbligo dell'apertura minima obbligatoria dal 20 giugno al 20 settembre ma, a differenza dei rifugi alpini sono aperti in gran parte per quasi tutto l'anno, in considerazione dell'accessibilitÓ con automezzi.

Entro il 30 aprile di ogni anno, i gestori di rifugi escursionistici, sono tenuti alla denuncia delle tariffe, con validitÓ dal 1░ maggio al 30 aprile dell'anno successivo.

Si precisa infine, che la denominazione di rifugio escursionistico, che il proprietario ha l'obbligo di indicare, pu˛ essere assunta, ai sensi dell'art. 33 della L.p. 8/93, unicamente dalle strutture disciplinate dalla legge stessa.

 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy