Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Turismo

 
 
 
 Home |  Turismo | Operatori ricettivo | Alloggi per uso turistico
Alloggi per uso turistico


L'offerta turistica del Trentino è caratterizzata da una diffusa disponibilità di alloggi (case e appartamenti) di privati a scopo turistico. La legge provinciale in tema di ricettività turistica prevede la necessità di realizzare una base dati, sistematica e completa, dedicata a questo specifico comparto dell'ospitalità, anche al fine di consentire l'attivazione di coerenti politiche di supporto al comparto ed ai relativi servizi locali.

In relazione a quanto introdotto con l'articolo 37 bis della legge è tenuto alla comunicazione prevista per gli alloggi per uso turistico chiunque offra in locazione ai turisti case o appartamenti di cui ha la disponibilità a qualsiasi titolo.

La comunicazione non riguarda gli alloggi già considerati in altre strutture ricettive, quali ad esempio le "case e appartamenti per vacanze" di cui all'articolo 34 della legge. La comunicazione non riguarda neppure le cosiddette "seconde case" cioè le case in disponibilità del proprietario e non collocate sul mercato della locazione turistica.

La comunicazione deve essere aggiornata ogni qualvolta si verifichino variazioni nelle caratteristiche o nella destinazione dell'immobile rispetto a quanto comunicato in precedenza. Il medesimo articolo 37 bis della legge prevede che l'omessa o incompleta presentazione della comunicazione o degli aggiornamenti entro i termini stabiliti comporta l'applicazione di una sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 200 a 600 euro per ciascuna casa o appartamento.

Nelle sezioni sotto elencate sono presenti le indicazioni operative per il cittadino e gli operatori delle Aziende per il Turismo e Consorzi Pro Loco.

I soggetti tenuti alla comunicazione possono compilare il modello cartaceo "modello di comunicazione alloggi" scaricabile nella sezione sotto riportata "Modulistica - Modulistica per il cittadino" , da consegnare al comune di competenza oppure possono utilizzare direttamente la specifica funzionalità on-line, disponibile all'indirizzo http://www.alloggituristici.provincia.tn.it.

Ogni cittadino può operare direttamente con la funzionalità on-line utilizzando come accreditamento la CPS (Carta Provinciale dei Servizi), CNS (Carta Nazionale dei Servizi) o SPID (Sistema Pubblico Identificazione Digitale).

Tutte le comunicazioni andranno ad implementare le informazioni gestite dal Sistema Informativo del Turismo.

I cittadini che non possono realizzare direttamente la comunicazione on-line, in alternativa alla presentazione presso il comune, potranno inoltre presentare la comunicazione attraverso la propria organizzazione turistica locale (Azienda per il turismo o Consorzio pro loco): in questo caso il modello cartaceo correttamente compilato sarà inserito nel sistema on-line a cura dell'operatore.

Si ricorda che chi offre in locazione turistica un alloggio è tenuto anche a:

  • Contattare la Questura di Trento (0461/899700 - 0461/899701 upgsp.tn@poliziadistato.it) che provvederà all'emissione delle credenziali per l'attivazione della procedura telematica per le comunicazioni di P.S. (D.M. 7 gennaio 2013). Si ricorda che il mancato invio del dato comporta una violazione penale,si sensi degli artt. 17 e 109 T.U.L.P.S.

  • Contattare la locale Azienda per il Turismo o Consorzio Pro Loco per la comunicazione dei dati relativi alla rilevazione del movimento turistico ISTAT.

  • Dal 1 gennaio 2019 l’imposta provinciale del turismo è stata sostituita dall’imposta di soggiorno (art. 16bis della l.p. 8/2002) dovuta dagli ospiti degli alloggi turistici.  SOLO per il 2019 l’imposta non è dovuta nel caso in cui il gestore offra un unico alloggio, mentre chi ne offre in locazione 2 o più dovrà far pagare l’imposta agli ospiti di tutti gli alloggi (compreso il primo). 

    DAL 1 GENNAIO 2020, tutti coloro che concedono in locazioni alloggi turistici previsti all’art. 37 bis della l.p. 7/2002 sono tenuti a riscuotere l’imposta di soggiorno, ANCHE CHI OFFRE UN UNICO ALLOGGIO.

    L’importo che il gestore dovrà applicare al turista è di Euro 0,70 a persona per pernottamento per un massimo di 10 giorni consecutivi presso il medesimo alloggio (salvo gli ambiti che hanno richiesto l’incremento). Per maggiori informazioni consultare il sito www.trentinoriscossionispa.it.

 
Alloggi per uso turistico
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy