Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Turismo

 
 
 
 Home |  Turismo | Osservatorio turismo
Osservatorio turismo

L'Osservatorio Provinciale per il Turismo è stato istituito con L.P. n. 8 del 2002.
Svolge la funzione di coordinamento e interazione con una rete di soggetti per l'elaborazione di orientamenti strategici per il sistema, fornendo informazioni per indicazioni di strategia e costituendo un laboratorio per azioni di accompagnamento e supporto con ricerca-azione partecipata e confronti concorrenziali.

I campi d'indagine oggetto di approfondimento sono i seguenti: la domanda (turisti e turismi), l'offerta, le politiche e il loro monitoraggio, il ruolo economico e sociale del turismo, le pratiche di turismo sostenibile, il raccordo tra i diversi soggetti per un'integrazione di sistema, l'analisi concorrenziale, le informazioni necessarie per indicazioni di strategia.

Conseguentemente, ne derivano le seguenti aree tematiche di studio, inerenti:

  • le motivazioni di vacanza: evoluzione della struttura della domanda
  • evoluzione della struttura dell'offerta locale (ambiti territoriali) e provinciale: risorse umane, strutture, e prodotti intesi come attrattori tenendo conto che si parla di marketing territoriale a tutto tondo e di qualità complessiva di un territorio (ambientale, architettonico, urbanistico…)
  • monitoraggio delle politiche e delle performances, con un'attenzione alle misure di “sostenibilità” evidenziando e suggerendo buone pratiche da imitare
  • fattori di competitività del mercato turistico trentino in relazione ai concorrenti, specie dell'arco alpino
  • potenzialità del web e dell'information and comunication technology
  • modalità e strumenti nella comunicazione delle informazioni

I soggetti con i quali l'Osservatorio è entrato in rete sono: Trentino SpA, numerosi Servizi della P.A.T., Associazioni di categoria, Enti e istituti di ricerca (in primo luogo Università di Trento).

Alcune azioni realizzate o in corso:

A) evoluzione struttura della domanda

  • monitoraggio arrivi e presenze stagionali e annuali con approfondimenti su mercati e motivazioni di vacanza
  • messa a punto di indicatori indiretti delle presenze turistiche (sperimentazione in corso in 5 aree turistiche sui consumi dei turisti in collaborazione con la Federazione dei Consorzi Cooperativi)
  • ricerca sull'identikit, aspettative e modalità di trascorrere la vacanza del turista che frequenta il Trentino segmentato per motivazioni di vacanza (avviato il progetto di monitoraggio del turismo culturale)

B) caratteristiche e potenzialità dell'offerta locale

  • indagine decennale sull'imprenditoria alberghiera e sulle caratteristiche del ricettivo alberghiero
  • analisi della turisticità degli ambiti territoriali
  • indagine sull'utilizzo delle seconde case e degli alloggi privati (in collaborazione con Servizio Statistica)
  • monitoraggio e documentazione interventi in ambito turistico e integrazione agricoltura turismo in aree marginali
  • marchi e club di prodotto (B&B,Vita Nova, Trentino Benessere, strutture ricettive per famiglie e marchio di qualità strutture ricettive)

C) modificazione delle condizioni concorrenziali

  • verifica del prodotto montagna estate per una sua rivitalizzazione alla luce di una evidente maturità del ciclo di vita del prodotto
  • impatti economici del turismo integrando un approccio condotto sul lato individuale delle domanda (spesa dei turisti) con il grado di integrazione delle strutture ricettive con gli altri settori economici (ricadute delle decisioni di investimento e di spesa dell'offerta)
  • benchmarking dell'area alpina data l'importanza del turismo montano e attenzione alle proposte e alle misure prese anche in altri paesi e regioni turisticamente forti, in particolare su specifici prodotti (l'esempio della costa romagnola per il prodotto famiglie)

D) turismo sostenibile

  • strutturazione di un repertorio di buone pratiche di sostenibilità turistica a livello territoriale da diversi punti di vista: ambientale, fisico, sociale, economico
  • diffusione di buone pratiche di sostenibilità ambientale nelle strutture ricettive (es. marchio Ecolabel)
  • monitoraggio degli effetti indesiderati (rifiuti, uso del territorio, fenomeni di antiturismo nei residenti, mobilità veicolare con il caso di Campiglio e i flussi escursionistici)

E) monitoraggio delle performance e delle azioni di governo

  • interventi sull'offerta ricettiva
  • altre azioni e politiche messe in campo a favore del settore
  • azioni di promozione e commercializzazione
  • capacità competitiva locale rispetto ai concorrenti
  • sistema di governo rispetto alle linee programmate

F) formazione ed esigenze professionali

  • monitoraggio fabbisogni di manodopera ed imprenditoriali
  • monitoraggio esigenze formative per l'intero spettro di figure
  • monitoraggio azioni e misure di politica attiva del lavoro in ambito turistico per fronteggiare aspetti problematici (carenza di manodopera, eccessivo turnover, scarsa fedeltà al settore…)

G) potenzialità del web e dell'ICT per il destination management

  • progetto SIT (Sistema Informativo del Turismo) – riclassificazione strutture ricettive e collegamento via web per arrivi e presenze nelle strutture ricettive - con l'obiettivo di creare un sistema informativo coordinato sul territorio al quale aderiscano in maniera efficace sia l'Ente pubblico (Provincia – Comuni) sia gli operatori privati o di settore (ApT – Associazioni di categoria)
  • monitoraggio della diffusione e dell'efficacia delle nuove tecnologie informatiche e del web in ambito turistico
 
Osservatorio turismo
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy