Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Turismo

 
 
 

Contributi per l'attività di commercializzazione turistica

Incentivi previsti dall'articolo 13   della legge provinciale 11 giugno 2002, n. 8 (ex articolo 71/bis)

REQUISITI DEI RICHIEDENTI

L’attività "finalizzata alla commercializzazione" deve esplicarsi nelle seguenti modalità:

  • intermediazione e vendita diretta di soggiorni e di servizi accessori, in quanto il soggetto richiedente è titolare di apposita autorizzazione all’esercizio dell’attività di agenzia di viaggi;
  • intermediazione e vendita tramite agenzia di viaggio regolarmente autorizzata;
  • attività di informazione volta a favorire l’incontro fra l’offerta turistica dei soci e la relativa domanda del mercato.

Nel mentre le prime due forme di esplicazione consentono al soggetto la vendita, diretta o indiretta (attraverso una agenzia di viaggi), del prodotto offerto dai soci, nel terzo caso l’operatore turistico deve limitarsi alla mera attività promozionale ed informativa, onde non violare le disposizioni previste dalla menzionata normativa provinciale n. 9/1988 attraverso l’esercizio abusivo di attività di agenzia di viaggi. In altri termini, il soggetto potrà svolgere iniziative di promozione dell’offerta dei soci finalizzate alla commercializzazione, ma non avrà la facoltà di intrattenere con la clientela né rapporti di intermediazione (prenotazione dei posti letto ad esempio) né di vendita. Pertanto, tutto il materiale divulgativo prodotto dall’operatore associato dovrà esplicitare che gli aspetti commerciali dell’offerta pubblicizzata vanno definiti con soggetti all’uopo autorizzati.

Ciò premesso, i soggetti agevolabili devono rientrare nelle seguenti categorie:

  1. cooperative, consorzi e società di operatori turistici operanti a livello provinciale, dotate di una adeguata struttura organizzativa e tecnica;
  2. cooperative, società e consorzi di operatori turistici, dotati di un’adeguata struttura organizzativa e tecnica, che risultino rappresentativi con riferimento ai parametri oggetti e alla relativa soglia stabilita dalla Giunta provinciale. Al riguardo, con deliberazione n. 2448 dd. 11 ottobre 2002 sono stati stabiliti precisi requisiti, in particolare:

b.1) non meno di 1.000 posti letto alberghieri qualora i medesimi operino in ambiti A.p.t., oppure non meno di 800 posti letto alberghieri ed extralberghieri, qualora operino in altre zone del Trentino. Nel caso in cui detti operatori fossero formati da entrambe le tipologie (soci operanti in aree interne e soci attivi all’esterno degli ambiti turistici), la soglia minima dipenderà dalla tipologia più numerosa;
b.2) aggregazioni di scopo promosse dall’A.p.t. del Trentino in collaborazione con le associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello provinciale. La partecipazione a tali aggregazioni dovrà caratterizzarsi per:la definizione di un codice di autodisciplina;la creazione e la promozione di un marchio comune;un’azione di qualificazione degli standard di qualità. 

ATTIVITA’ AGEVOLABILE

L’attività oggetto di contribuzione (SRA) ricomprende le seguenti voci di spesa:

  • MATERIALE PUBBLICITARIO
  • INSERZIONI PUBBLICITARIE
  • INSERZIONI PUBBLICITARIE
  • PROMOZIONE VENDITE
  • FIERE E WORKSHOP
  • EDUCATIONAL TOUR
  • DIRECT MAILING

La SRA peraltro non può superare i 70.000 Euro, soprattutto in relazione ai limiti agli aiuti di Stato imposti dalla normativa della Comunità Economica Europea (100.000 Euro nel corso di un triennio). La medesima dovrà risultare coerente alle strategie promozionali degli enti turistici pubblici e privati (A.p.t. del Trentino, A.p.t. d’ambito e Consorzi pro loco). Al riguardo il richiedente è tenuto ad illustrare nella domanda il livello di collaborazione con i predetti enti e nel caso in cui tale rapporto assumesse la forma dell’intervento finanziario, il relativo ammontare andrà decurtato dalla SRA. Da ultimo, si precisa che su tale spesa viene applicata un’unica aliquota contributiva del 50%, conformemente a quanto dispone il comma 1 dell’articolo 71 bis.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E DI LIQUIDAZIONE DEL CONTRIBUTO

Con i nuovi criteri adottati dall’Esecutivo si informa che la scadenza delle domande è stata fissata al 31 dicembre antecedente all’anno di riferimento dell’attività programmata. Le modalità di rendicontazione dell’attività agevolata non sono state innovate, ma si fa riferimento a quanto prevede in proposito il D.P.G.P. 5 maggio 2000 n. 9-27/Leg. e ss.mm. 

Allo scopo di facilitare il lavoro di predisposizione delle istanze ed il conseguente esame da parte degli uffici, è disponibile il modello di domanda corredato di dichiarazione relativa agli aiuti di Stato da compilare in modo esaustivo.

Tali domande dovranno essere presentate presso il Servizio Turismo - Centro Europa - Via Romagnosi, 9 - 38100 TRENTO. Al fine di consentire una migliore tempestività nella valutazione delle istanze, si prega trasmettere il piano finanziario ivi accluso anche tramite la posta elettronica, agli indirizzi di seguito riportati.

 
Modulistica
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy